Technology

Smart Support: il supporto remoto per lo smart working delle filiere produttive

Avete mai pensato al “supporto remoto” come a un servizio indispensabile per lo smart working? A quanto sia necessario per abilitare i servizi IT e la convergenza IT/OT, con le garanzie necessarie alla Cybersecurity? Ai vantaggi che ne derivano in termini di ecosostenibilità? Forse dovreste perché ci sono molti validi motivi.

Scaturito dalle esigenze della pandemia e del lockdown, lo smart working, da scelta emergenziale, sta diventando ormai, per molte organizzazioni, una prassi di lavoro di tipo strutturale. Una scelta che porta con sé molte implicazioni di varia natura, dagli aspetti contrattuali a quelli previdenziali, ma anche, e soprattutto, la necessità di scegliere e implementare tecnologie abilitanti che garantiscano la totale sicurezza di tutta la filiera produttiva.

Tra le tecnologie abilitanti una particolare attenzione deve essere sicuramente riservata alle nuove esigenze di supporto remoto generate dallo smart working.

Il servizio di “supporto remoto” è stato per troppo tempo sottovalutato, con scelte effettuate sulla base di risposte puntuali. Ora però per gestire lo smart working è necessario rivederlo in chiave strategica. Con scelte consapevoli che privilegino strumenti appropriati e soprattutto in grado di garantire qualunque tipologia di intervento su qualsiasi dispositivo o sistema, in qualsiasi parte del mondo, in totale sicurezza.

Per le filiere produttive, inoltre, che prevedono sia la delocalizzazione delle attività, sia il supporto e la gestione di clienti worldwide, è senza dubbio di fondamentale importanza per poter gestire da remoto problematiche e esigenze legate alla produzione e alla vendita di prodotti e servizi.

Lo smart working strutturale nelle aziende e nel comparto industriale: l’esigenza del supporto da remoto

In ambito industriale, dove lo smart working era considerato un miraggio, si sta assistendo ad un profondo cambiamento. Già con la trasformazione digitale, nell’ambito di Industria 4.0, il tema dello smart working ha cominciato ad emergere. Durante il lockdown e la pandemia, lo smart working è diventato un’esigenza per poter rimanere competitivi e far funzionare le aziende.

I concetti di “Smart Factory”, “Smart Manifacturing” e Smart working” possono ormai considerarsi un trittico vincente per il comparto delle tecnologie legate a Industria 4.0. Infatti, i benefici dello smart working sono oggi comprensibili e concreti per tutti, sia per il datore di lavoro sia per il lavoratore.  Tutto ciò comporta però non solo un cambio organizzativo del lavoro, ma soprattutto una serie di strumenti da adottare per abilitare il lavoro da remoto in modo pienamente operativo e sicuro. Fra questi strumenti rientra a pieno titolo il servizio di “supporto da remoto”, indispensabile per consentire a un tecnico informatico di intervenire su un endpoint o un server delocalizzato ed erogare un aiuto o un servizio in tempo reale.  

Il supporto remoto e la Cybersecurity

Il ricorso su vasta scala di lavoratori in smart working ha mostrato nel periodo emergenziale molte criticità. Molte aziende hanno visto aumentare esponenzialmente la superficie di attacco delle minacce informatiche. Questo principalmente a causa di un massiccio ricorso a PC o laptop personali, poco protetti e non correttamente configurati. In un’ottica più strutturale, le aziende, oltre a ricostituire una appropriata postura di sicurezza per PC e laptop utilizzati, dovranno anche assicurarsi che possano essere supportati da remoto nel pieno rispetto delle policy di sicurezza aziendali. La scelta dello strumento necessario al supporto remoto dovrà quindi tenere conto di tutte le implicazioni di Cyber Security, come il tipo di collegamento effettuato per l’accesso, la trasmissione di dati (Communication security), le autorizzazioni necessarie per accedere (Access Security), e i permessi che il profilo deve possedere per erogare l’assistenza sull’endpoint remoto nonché tutti gli accorgimenti di logging necessari ad un eventuale riesame forense.

Il supporto remoto per gestire in sicurezza la convergenza IT/OT

Nell’ambito delle aziende manifatturiere la convergenza fra Information Technology (IT) e l’Operational Technology (OT) è uno dei nodi cruciali per lo Smart Manufacturing. Per questa ragione, ma anche per motivi di efficientamento e ottimizzazione della strategia di sicurezza, è necessario che IT e OT possano essere unificati in una unica gestione. Di conseguenza anche il servizio di “supporto remoto” deve prevedere accorgimenti e feature in grado di poter intervenire tanto nelle applicazioni IT, quanto negli ambiti OT, spesso contraddistinti da un’alta criticità perché legati al core business aziendale. La tecnologia abilitante al supporto remoto dovrà pertanto garantire un’alta affidabilità, nessun crollo prestazionale o caduta di esercizio.

Il supporto remoto per essere ecosostenibili

Il risparmio energetico in favore della sostenibilità ambientale può diventare per molte aziende una scelta strategica, abilitante verso le dinamiche competitive di mercato e in tema di impatti positivi sullo spending aziendale. In questa ottica, l’erogazione del servizio di “supporto da remoto” può giocare un ruolo significativo. I vantaggi non sono solo legati alle minori emissioni di CO2 per tutti i mezzi di trasporto non più necessari per i trasferimenti fuorisede dei tecnici che devono svolgere diverse attività ordinarie e straordinarie e all’ovvio contenimento dei costi diretti correlati (viaggi, hotel, pasti e varie). Ma si traduce anche in un maggiore efficientamento del tempo di lavoro necessario per svolgere le attività da remoto, una maggiore tempestività di intervento e la possibilità di offrire dei servizi di assistenza continuativa. Tutto ciò contribuisce a rendere lo strumento per il supporto remoto un elemento fondamentale nella scelta di uno smart working strutturale e ecosostenibile.

La soluzione Daman per il supporto da remoto

Al momento non è dato sapere se la pandemia e il lockdown saranno nuovamente una priorità emergenziale, ma quello che è certo, è che lo smart working sarà sempre di più una scelta strategica. Per tale ragione è necessario organizzare per tempo un’assistenza da remoto sistematica, sicura ed efficace.

La soluzione BeyondTrust Secure Remote Support è il risultato di un’attenta selezione effettuata dagli specialisti di Gruppo Daman. Una soluzione in grado di offrire una gestione completa delle funzionalità necessarie per accedere e supportare in modo sicuro qualsiasi dispositivo o sistema, in qualsiasi parte del mondo.

Per saperne di più…